Pepito Ros

Figura eclettica, polistrumentista, compositore, attivo sia in campo classico che jazzistico,  dopo aver compiuto i suoi  studi musicali  presso il Conservatorio "G.B.Martini" di Bologna, si è in seguito perfezionato in saxofono e musica da camera presso il Conservatorio Europeo di Parigi sotto la guida di Bruno Totaro.  

Si è affermato in concorsi nazionali ed internazionali ("Adolphe Sax" Parigi 1990, Asti 1991; "A. Ponchielli" Cremona 1993, Caltanissetta e Modena 1995, “Arcore Jazz” 1995, 1° Concorso Internazionale “Viva il Jazz”1999 ) partecipando successivamente a varie Rassegne (Festival du Saxophone-Parigi, I Concerti della Fenice, X° Festival Mondiale di Saxofono, Asolo Musica, X° Colloquio di Informatica Musicale , Festival Nuove Sincronie, Dolomiti Festival,  Jazz festival di S.Sebastian 1998, Sentieri Selvaggi , Rai 1, Jazz al Filarmonico 2004, Frankfurt Musikmesse, Concert a la Fontaine-2004 Parigi, I Concerti del Quirinale in diretta su Radio 3, Amici della musica di Trento, Verona, Jazzitalia  ecc). 


E’ risultato vincitore assoluto  del concorso internazionale “Piazzolla Music Award 2003” per strumento solista ed orchestra. 


Si è esibito come solista con l’Orchestra da camera di Padova e del Veneto , con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, con L’Orchestra sinfonica di Bacau,  con l’Orchestra da camera “la Risonanza” e con il gruppo corale “Quadrivium”.                                                                                                                          

Ha suonato e collaborato  con: Stefan Milenkovich, Antonio Albanese, Antonella Ruggiero, Franco D’Andrea, Paolo Fresu , Andrea Dindo, Andrea Dulbecco, Stefano Battaglia, European Saxophone Quartet ecc..
Le sue composizioni, rivolte soprattutto al saxofono, sono state eseguite in Italia, Francia, Germania, Belgio, Stati Uniti, Austria, Olanda,Ungheria,  Finlandia.
Ha collaborato con: R.A.I. di Milano, Arena di Verona, Teatro "La Fenice" di Venezia, Teatro Comunale di Trieste.


E' docente di saxofono presso il Conservatorio "F.A. Bonporti" di Trento.